Regole tecniche per i Mediatori Creditizi
in ambito antiriciclaggio

Anche i mediatori del credito sono tenuti al rispetto della normativa sull’antiriciclaggio. Per questa categoria professionale il sistema di obblighi è ispirato a tre aspetti fondamentali:

  • L’Adeguata Verifica della clientela con cui si instaurano rapporti o si effettuano operazioni
  • La conservazione dei documenti riguardanti i rapporti e le operazioni
  • La segnalazione di clientela e/o operazioni sospette

L’approccio basato sul rischio

Vale anche per i mediatori del credito il cosiddetto “approccio basato sul rischio”. In base a questo principio, il mediatore è chiamato a modulare l’intensità e l’estensione dell’obbligo di Adeguata Verifica della clientela a seconda del grado di rischio di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo che riscontra.

In particolare, spetta al mediatore la definizione del profilo di rischio di riciclaggio e finanziamento del terrorismo da attribuire ad ogni cliente, sulla base delle informazioni che sono state acquisite e delle analisi effettuate. In base all’esito, ciascun cliente deve essere incluso in una determinata classe di rischio. A seconda della classe di rischio, varia il livello degli adempimenti imposti dalla legge. Più stringenti in caso di rischio elevato e viceversa.
Importante: le valutazioni e le decisioni prese dovranno essere coerenti l’una con l’altra all’interno della struttura aziendale. Allo stesso modo dovranno essere tracciabili, per permettere eventualmente alle autorità competenti di verificarne la coerenza rispetto ai profili di rischio rilevati.

Provvedimento attuativo per l’Adeguata Verifica

L’emanazione di Banca d’Italia delle Disposizioni Attuative obbliga, a partire dal 1/01/2014, ad effettuare Adeguata Verifica sulla Clientela e di rilevare il Titolare Effettivo per tutti gli Obbligati in ambito Finanziario, incluse le figure che erano dispensate fino a tale data: tra questi i Promotori Finanziari, i Mediatori Creditizi, gli Agenti in Attività Finanziaria e gli Agenti IVASS autorizzati alla raccolta.

Soluzioni per i Mediatori Creditizi
Secure Suite

La normativa antiriciclaggio chiede ai professionisti uno sforzo maggiore da un punto di vista dei controlli sulle operazioni, della verifica sull’affidabilità dei soggetti coinvolti e della conservazione dei dati. Adempiere a questi obblighi non è semplice, soprattutto se non si ha accesso a specifiche informazioni, per questo Genio Compliance ha sviluppato Secure Suite, una soluzione che consente ai professionisti di poter gestire la Valutazione del Rischio, l’Adeguata Valutazione e la Conservazione dei dati in modo efficace e sicuro. Secure Suite infatti utilizza dei Database Reputazionali per verificare l’identità e l’affidabilità dei clienti, consentendo al professionista di valutare possibili operazioni a rischio. La soluzione inoltre è completamente in cloud e consente un’archiviazioni semplice e precisa.

Contatti
Per maggiori informazioni invia un messaggio

Genio Compliance dispone degli strumenti per la gestione degli obblighi legati alla normativa antiriciclaggio e li fornisce a tutti i professionisti e le strutture che necessitano di gestire queste pratiche con precisione ma, con semplicità e risparmio di tempo.