RRP System: Adeguata Verifica della Clientela

Verifica di soggetti coinvolti in fatti o reati di natura patrimoniale

La normativa vigente (DLGS 231/07) recepisce il principio conosciuto come “KYC” -Know Your Costumer-, che rappresenta il cuore delle Raccomandazioni Internazionali e delle Direttive Comunitarie per la lotta al riciclaggio ed al finanziamento al terrorismo. Nella pratica si raccomanda la necessità di conoscere il proprio Cliente mediante una opportuna attività di verifica, in modo da scorgere le anomalie insite nelle operazioni proposte dallo stesso.

Che cos’è l’adeguata verifica della clientela?
Il riciclaggio di denaro è l’atto di reinvestire capitali accumulati in modo illegale tramite attività apparentemente lecite. La normativa antiriciclaggio pone a scopo preventivo la verifica della clientela, la quale è per l’Adeguata verifica del Cliente e del Titolare Effettivo da parte dei soggetti Obbligati dalla normativa citata (Banche, Finanziarie, SIM/SGR, Assicurazioni, Notai, Commercialisti, Avvocati, Recupero Crediti, Agenzie Immobiliari, Commercio Oro, …). L’identificazione del cliente, obbligo già presente nel DL n.56/2004, viene rafforzato dal D.Lgs n.231/2007. Con l’entrata in vigore della IV Direttiva, l’Adeguata Verifica della Clientela assume un ruolo fondamentale nei processi finanziari, professionali, commerciali.

Come procedere all’Adeguata Verifica

Tutta la normativa Antiriciclaggio si fonda sul principio dell’ Approccio Basato sul Rischio, approccio che deve essere proporzionale al rischio che l’operazione o la prestazione professionale evidenziano.

In più occasioni il Legislatore chiarisce che la semplice raccolta di dichiarazioni da parte del Cliente non è sufficiente per una corretta valutazione del rischio, ma è necessario verificare le dichiarazioni con Informazioni e approfondimenti, rilevando indicatori di anomalie eventualmente esistente con riguardo all’operazione, e al profilo del cliente!
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze chiarisce l’interpretazione di base degli Obblighi, in particolare dell’Obbligo di Adeguata Verifica della Clientela: «… non è coerente con lo spirito delle richiamate disposizioni in materia di Adeguata Verifica la mera acquisizione della dichiarazione sottoscritta dal cliente…» (Circolare 17/12/2008 indirizzata alle Categorie di Soggetti Obbligati: ABI, CONSOB, ANIA, CNN, CNF, CNDCEC, FIAIP, FEDERORO, UNIREC, FIMEC, FEDERGIOCO, FIMAA, …).

Si tratta della trasposizione nella pratica giornaliera del principio KYC recepito dalla Legge. Dopo la raccolta delle informazioni, il Soggetto Obbligato ha il dovere di individuare eventuali anomalie come il coinvolgimento in fatti o reati alla base del riciclaggio, o la corretta individuazione di una Persona Politicamente Esposta (PEP), il tutto al di là e indipendentemente dalle dichiarazioni raccolte.
A tale scopo infatti, vengono pubblicati a più riprese gli ‘indicatori di anomalia’, anche riferiti a singole categorie di Soggetti Obbligati, in modo che questi ultimi abbiano una linea guida per la Valutazione del profilo Cliente e dell’Operazione. Banca d’Italia, il Ministero della Giustizia pubblicano a più riprese Circolari interpretative degli “Indicatori di Anomalie connessi al rischio di coinvolgimento inconsapevole in fenomeni di riciclaggio”.

Soluzioni dedicate alla
Verifica di anomalie

Genio Business ha realizzato una serie di strumenti che gli Obbligati possono utilizzare per la verifica di persone e imprese che risultano collegate a fatti o reati di natura patrimoniale.

LAR12®

LAR12 è una soluzione dedicata alla verifica di anomalie comportamentali e reputazionali del Cliente.
LAR12 è il principale strumento disponibile sul mercato per il controllo del rischio-riciclaggio in fase di Adeguata Verifica del Cliente, anche a tutela del rischio di coinvolgimento inconsapevole in riciclaggio durante lo svolgere di attività commerciali, professionali e finanziarie.

LAR12 consente di limitare il rischio di coinvolgimento inconsapevole in operazioni di riciclaggio, consente una efficace verifica reputazionale del proprio Cliente, e certifica con documentazione opponibile il risultato di tali verifiche.
L’adozione di LAR12 permette agli Obbligati il reperimento di informazioni su reati di natura patrimoniale e su persone coinvolte in reati presupposto, cioè alla base della costituzione di un valore o un bene di provenienza illecita. LAR12 si realizza mediante la puntuale recensione, analisi e classificazione di notizie stampa, raccolte presso fonti autorevoli, con copertura di tutte le cronache locali.

LAR12 consente, in conformità alla norma:

  • Di dimostrare l’adozione di adeguate misure di controllo sul Proponente, in modo da governare il rischio riciclaggio. La norma prevede che l’attività di controllo si effettui attraverso «…il ricorso a documenti conoscibili da chiunque…»
  • Di evidenziare la presenza di anomalie, quando ve ne siano, e di agire opportunamente a tutela della propria attività, fino alla segnalazione di una operazione sospetta.

HIGH RISK: Sanction List

Il controllo della Clientela all’interno delle cd Sanction List è uno specifico Obbligo citato nella normativa vigente. Le attività con soggetti citati nelle Sanction Lists ufficiali sono formalmente vietate a tutti i soggetti Obbligati ad ottemperare alla normativa Antiriciclaggio. Si tratta di entità colpite da sanzioni finanziarie formali e ufficiali, quali il blocco dei beni, il divieto di intrattenimento di ogni forma di rapporto commerciale o finanziario. Sono Soggetti, Imprese, Enti inequivocabilmente attivi nel riciclaggio internazionale. Sono inclusi soggetti vicini a o coinvolti in terrorismo internazionale.

La presenza del Cliente nella Sanction List rappresenta un rischio immediato di coinvolgimento in riciclaggio di beni illeciti e di finanziamento al terrorismo. Il controllo è effettuato utilizzando le fonti riconosciute ufficialmente ed indicate da Banca d’Italia: LISTE USA (OFAC) UE, ONU.

HIGH RISK CONTROL: Soggetti coinvolti nel gioco illegale

Elenchi di soggetti collegati a siti di gioco online, così come individuati dall’autorità preposta (AAMS). La presenza di società o di persone collegate a siti di gioco online dichiarati illegali o che sono soggetti a sanzione indica una criticità relativamente al rischio riciclaggio.

Categorie Rilevanti ai fini Antiriciclaggio

Si tratta di figure Professionali interessanti ai fini Antiriciclaggio:

  • Promotori Finanziari e Agenti in Attività Finanziaria sottoposti a sanzione o a radiazione
  • Agenti Assicurativi IVASS, autorizzati a raccolta e sottoposti a sanzione o a radiazione

Quando siano colpiti da sanzioni gravi quali radiazione dall’albo, questi Professionisti rappresentano un rischio oggettivo in quanto, essendo autorizzati alla raccolta, dispongono e accedono a beni e valori di terzi. Questa casistica è classificabile come manifesto rischio-riciclaggio, ed evidente anomalia.

P-CORES

Soggetti collegati a Fatti Giudiziali su Imprese decretati dal Tribunale, quali: Sequestri Conservativi, Concordati, Stati di Insolvenza, Cessazione per Atto Autorità, Bancarotta, Liquidazione Coatta, Amministrazioni Straordinarie, Fallimenti. Al verificarsi dell’evento Giudiziale vengono censiti gli Amministratori i quali rappresentano una anomalia Antiriciclaggio nel caso in cui siano Proponenti attivi in una operazione/attività.

RIES

Soggetti ospitanti o Concessionari di gioco tramite VLT (Video Ludo Terminali). Si tratta di una categoria economica specificatamente indicata da Banca d’Italia come a maggior rischio di infiltrazione malavitosa. Le attività proposte da clienti operanti con tali requisiti, pur non rappresentando di per sé una anomalia comportamentale/reputazionale, innalzano il livello di rischio oggettivo e suggeriscono una maggior attenzione negli iter di controllo.

Come procedere all’Adeguata Verifica della Clientela

La normativa antiriciclaggio coinvolge numerosi settori e professionisti, che sono chiamati ad allinearsi con i nuovi obblighi. Pena sanzioni economiche. Genio Compliance ha sviluppato Secure Suite, una soluzione che consente ai professionisti di attingere alle informazioni necessarie per completare l’operazione nel rispetto della normativa.

Contatti
Per maggiori informazioni invia un messaggio

Genio Compliance dispone degli strumenti per la gestione degli obblighi legati alla normativa antiriciclaggio e li fornisce a tutti i professionisti e le strutture che necessitano di gestire queste pratiche con precisione ma, con semplicità e risparmio di tempo.