Regole tecniche per la Case d’Asta
in ambito antiriciclaggio

Gli ultimi aggiornamenti della normativa antiriciclaggio hanno allargato la platea dei soggetti tenuti a seguirne le direttive. In questo elenco rientrano adesso anche le Case d’asta, in particolare in quanto attive nel commercio di opere d’arte e altri beni preziosi. Non solo: la normativa estende gli obblighi dell’antiriciclaggio a tutte le figure attive nel settore, in particolare:

  • Galleristi
  • Antiquari
  • Intermediari attivi nel commercio di opere d’arte

Tutti questi soggetti sono oggi considerati alla stregua dei professionisti e degli operatori finanziari, e quindi chiamati a contribuire nella lotta contro il riciclaggio di denaro sporco e il finanziamento del terrorismo.

Così come per le altre categorie professionali, anche per i proprietari, i dipendenti e i collaboratori delle Case d’asta gli obblighi partono dall’Adeguata verifica del cliente e dell’operazione e dall’identificazione del Titolare effettivo. Tra gli aspetti che devono essere monitorati con attenzione ricordiamo:

  • Il valore dell’operazione e la congruità della stessa rispetto alle possibilità del cliente e/o del titolare effettivo
  • La provenienza geografica del cliente e/o del titolare effettivo e quella delle risorse che intendono investire
  • Il comportamento da essi tenuto, in termini di collaborazione rispetto agli adempimenti richiesti e di trasparenza

Tutte le operazioni devono essere seguite con l’attenzione richiesta dalla normativa ed eventuali casi sospetti devono essere prontamente segnalati agli organismi competenti.

Adozione di controlli della clientela per operatori non finanziari

Provvedimento dell’UIC (Oggi UIF: Unità di Informazione Finanziaria) che indica negli operatori economici non finanziari i destinatari di istruzioni nel controllo della clientela al fine di contrastare il riciclaggio, in attuazione della normativa Antiriciclaggio precedente quella vigente: la Legge 5/7/1991 n. 143 e il D. Lgs 56 del 20/2/2004.

Soluzioni per le Case d'asta
Secure Suite

La normativa antiriciclaggio chiede ai professionisti uno sforzo maggiore da un punto di vista dei controlli sulle operazioni, della verifica sull’affidabilità dei soggetti coinvolti e della conservazione dei dati. Adempiere a questi obblighi non è semplice, soprattutto se non si ha accesso a specifiche informazioni, per questo Genio Compliance ha sviluppato Secure Suite, una soluzione che consente ai professionisti di poter gestire la Valutazione del Rischio, l’Adeguata Valutazione e la Conservazione dei dati in modo efficace e sicuro. Secure Suite infatti utilizza dei Database Reputazionali per verificare l’identità e l’affidabilità dei clienti, consentendo al professionista di valutare possibili operazioni a rischio. La soluzione inoltre è completamente in cloud e consente un’archiviazioni semplice e precisa.

Contatti
Per maggiori informazioni invia un messaggio

Genio Compliance dispone degli strumenti per la gestione degli obblighi legati alla normativa antiriciclaggio e li fornisce a tutti i professionisti e le strutture che necessitano di gestire queste pratiche con precisione ma, con semplicità e risparmio di tempo.