Banche e Finanziarie: I principi AML per l’area Finance

Soggetti che esercitano attività di raccolta del risparmio, di concessione di credito e finanziamenti sotto qualsiasi forma, nonché di mediazione delle medesime attività, sono classificati, ai fini della normativa in oggetto, nella categoria intermediari bancari e finanziari.

Chi rientra nella categoria degli Intermediari bancari e Finanziari? Ecco al lista completa.

  • Poste italiane S.p.a.
  • Banche
  • Istituti di moneta elettronica (IMEL)
  • Istituti di pagamento (IP)
  • Società di intermediazione mobiliare (SIM)
  • Società di gestione del risparmio (SGR)
  • Società di investimento a capitale variabile (SICAV)
  • Società di investimento a capitale fisso, mobiliare e immobiliare (SICAF)
  • Agenti di cambio
  • Intermediari finanziari abilitati
  • Cassa depositi e prestiti S.p.a.
  • Imprese di assicurazione e relativi intermediari (agenti, mediatori e altri soggetti autorizzati) che operano nei rami “vita”
  • Soggetti eroganti micro-credito
  • Confidi (e gli altri soggetti ex art. 112 TUB)
  • Soggetti abilitati che operano cartolarizzazione di crediti
  • Società fiduciarie iscritte nell’albo degli intermediari finanziari (art. 106 TUB)
  • Consulenti finanziari e società di consulenza finanziaria

La normativa antiriciclaggio prevede importanti obblighi e doveri in capo alle banche e alle finanziarie. Il primo passo per i soggetti bancari e finanziari è la corretta valutazione del profilo di rischio da associare ad ogni cliente. Questo profilo è il frutto dell’attenta analisi della clientela e degli aspetti ad essa correlati:

  • Il cliente stesso
  • Il titolare effettivo
  • L’esecutore dell’operazione
  • Il comportamento tenuto dai soggetti in questione
  • La loro eventuale presenza nelle Black List
  • La loro eventuale posizione di PEP (persona politicamente esposta)
  • L’area geografica in cui risiedono e quella da cui provengono i fondi
icone-genio-sito

Le banche e le finanziarie sono chiamate a adottare gli obblighi di Adeguata Verifica, ovvero di identificazione del cliente, del titolare effettivo e dell’esecutore. La profondità e l’estensione delle verifiche sulle informazioni sono proporzionali al rischio valutato.

Controlli semplificati e controlli rafforzati

In talune circostanze (ad esempio quando la controparte/cliente è una entità a sua volta Obbligata ad osservare l’Antiriciclaggio), la normativa permette di adottare un’Adeguata Verifica di tipo semplificato, in cui risultano ridotti sia l’estensione che la frequenza degli adempimenti. La normativa indica anche i casi in cui, in presenza di un elevato rischio di riciclaggio e/o di finanziamento del terrorismo -ma non solo-, vadano applicate misure di Adeguata Verifica rafforzate. Va notato infatti come siano sempre considerati a rischio elevato i rapporti continuativi e le operazioni occasionali che: coinvolgono Paesi terzi ad alto rischio; prevedono un intermediario con sede in un Paese terzo; coinvolgono clienti / titolari effettivi che rivestono la qualifica di PEP (Persona Esposta Politicamente).

Il caso dei PEP dopo il DL 90/17

Le Persone Esposte Politicamente (PEP) sono considerate a più alto rischio di riciclaggio in quanto potenzialmente oggetto di fenomeni di corruzione. Il DL90/2017 identifica chiaramente un elenco preciso di soggetti PEP.

Chi rientra nella categoria PEP? Ecco al lista completa.

  • Il Presidente della Repubblica
  • Il Presidente del Consiglio
  • Tutti i Ministri, i Vice-Ministri e i Sottosegretari
  • Tutti i Presidenti di Regione
  • Gli Assessori regionali
  • I Sindaci di capoluogo di provincia o città metropolitana
  • I Sindaci di comune con popolazione non inferiore a 15.000 abitanti
  • Tutti i Deputati e i Senatore della Repubblica
  • I Parlamentari europei
  • I Consigliere Regionali
  • Gli amministratori di ASL
  • I Dirigenti di Società partecipate da Enti Pubblici
  • I componenti di Direttivi Politici, anche se non eletti
  • I Dirigenti di Autorità Indipendenti (Ivass, Consob, Banca d’Italia, Garante Privacy, Garante Concorrenza di mercato, Autorità di Bacino, Autorità Portuali, ….)
  • Componenti Corte Conti, Corte Costituzionale, Cassazione
  • Figure Apicali delle Forze Armate
  • Ambasciatori e Rappresentanti di Stato
  • I Familiari dei PEP come sopra indicati
  • Le persone collegate per interessi ai PEP come sopra indicati

Di fronte a queste categorie, davvero molto ampliate dalla normativa, questa impone controlli più estesi e profondi. La qualifica di PEP vale sia per il cliente che per il titolare effettivo dell’operazione.

Provvedimento attuativo per l’Adeguata Verifica

L’emanazione di Banca d’Italia delle Disposizioni Attuative obbliga, a partire dal 1/01/2014, ad effettuare Adeguata Verifica sulla Clientela e di rilevare il Titolare Effettivo per tutti gli Obbligati in ambito Finanziario, incluse le figure che erano dispensate fino a tale data: tra questi i Promotori Finanziari, i Mediatori Creditizi, gli Agenti in Attività Finanziaria e gli Agenti IVASS autorizzati alla raccolta.

Soluzioni per i Banche e Finanziarie
RRP Dashboard

La normativa di contrasto all’antiriclaggio e al finanziamento del terrorismo prevede obblighi significativi in capo alle Banche e alle Finanziarie. Per questi soggetti, Genio Compliance ha sviluppato una soluzione ad hoc: RRP Dashboard. RRP è un acronimo che sta per Relevant Reputational Protocol.

RRP Dashboard compone di due strumenti per la verifica e la valutazione del rischio: RRP System, una database reputazionale aggiornato quotidianamente attraverso l’archiviazione di tutta una serie di informazioni reperibili da quotidiani locali e nazionali, e PEP System, un banca dati con archiviati tutti i nominativi delle Persone Politicamente Esposte che richiedono quindi procedure di verifica particolari.

Contatti
Per maggiori informazioni invia un messaggio

Genio Compliance dispone degli strumenti per la gestione degli obblighi legati alla normativa antiriciclaggio e li fornisce a tutti i professionisti e le strutture che necessitano di gestire queste pratiche con precisione ma, con semplicità e risparmio di tempo.